News

News

Scoprire Mauro Sambi «l’artigiano» della poesia


Da “La Voce del Popolo” del 7 marzo 2016

di Arletta Fonio Grubiša

POLA | “Non era facile immaginare un nuovo tempo, un nuovo corso della sua poesia dopo un libro profondo e riassuntivo come ‘L’alloro di Pound’, un’opera già intensamente compiuta e matura, nella quale gli affluenti culturali e stilistici si fondono in un tutt’uno, di forte e riconoscibile identità. Eppure era parso inevitabile supporre che l’autore non si sarebbe arrestato su quella prova, perché nella sua vita la poesia è sovrana presenza (…) Sambi si traduce ora in una smagliante conferma, in un lavoro che asseconda e rafforza ciò che era già evidente ne ‘L’alloro di Pound’: la qualità dell’impianto ritmico, dell’impasto fonico-lessicale, delle nervature sintattiche... “, e via interpretando: sono soltanto alcune delle erudite considerazioni iniziali dell’intervento critico di Elis Deghenghi Olujić, docente di letteratura italiana all’Università degli Studi di Pola, che l’altra sera ha introdotto al numeroso pubblico della Comunità degli Italiani locale un graditissimo ospite e la sua ultima produzione letteraria.

Un omaggio alla sua città natale

Leggi tutto...

Performance “Donne: dove tornare...”, tratta dal libro “Personaggi femminili nella narrativa di Fulvio Tomizza”


Nella giornata in cui si celebra la Festa internazionale della donna, martedì sera due giovani donne e attrici Rosanna Bubola e Jessica Acquavita presenteranno la performance “Donne: dove tornare...”, tratta liberamente dalle pagine del libro “Personaggi femminili nella narrativa di Fulvio Tomizza”. Pubblicato dall'EDIT nel 2013 nella collana di saggistica "L'identità dentro", il volume ha suscitato grande interesse perché, tra l'altro, è opera collegiale di autrici che operano a ridosso del confine croato, italiano e sloveno,  area quanto mai significativa che ha ispirato la narrativa di Tomizza. L'appuntamento è alle ore 19 a Palazzo Gravisi, sede della Comunità degli Italiani di Capodistria.

Novità EDITlibri

Novità manualistica EDIT


Il catalogo dei  libri di scuola dell’EDIT si è ampliato di dieci nuovi volumi: Osservo, esprimo 5 (libro di testo di cultura figurativa per la V classe elementare) Osservo , esprimo 6 (libro di testo di cultura figurativa per la VI classe elementare), Chimica 7 (libro e quaderno attivo di chimica per la VII classe elementare), Chimica 8 (libro e quaderno attivo di chimica per la VIII classe elementare), Fisica 7 (libro e quaderno attivo di chimica per la VII classe elementare) e Fisica 8 (libro e quaderno attivo di chimica per la VIII classe elementare). 

Le pubblicazioni si avvalgono del contributo finanziario del Ministero degli Affari Esteri della Repubblica Italiana e del Ministero per la scienza, l’istruzione e lo sport della Repubblica di Croazia.  

Lo scrittore triestino Corrado Premuda in visita alla SEI «G. Martinuzzi»


Niente racconti fantastici e voli pindarici in groppa a draghi volanti, e nemmeno fiabe attualizzate con finale a tradimento, come già proposto con successo in precedenza. Eppure la visita dello scrittore triestino Corrado Premuda al salotto letterario della Biblioteca civica di Pola ha introdotto i presenti in un mondo di surrealismo pittorico in cui, grazie a una sana alterazione interpretativa, il pubblico ha avuto modo di conoscere una protagonista straordinaria, ma anche di godere di quella bellezza borghese e mitteleuropea della Città di Trieste

Leggi tutto...

La tradizione ha bisogno di rigenerarsi


PISINO | La “Casa degli scrittori – Hiža od besid” ha ospitato martedì scorso Alessandro Salvi, uno dei maggiori poeti istriani di lingua italiana nati verso la metà degli anni Settanta, nell’ambito dell’incontro letterario “Nelle mie poesie faccio da osservatore, critico e membro”.

A presentare il connazionale è stata la moderatrice dell’incontro, Lorena Kmet, che si è soffermata sulla produzione letteraria del giovane scrittore rovignese. “Caratteristiche della poetica di Salvi sono le forme espressive precise, estrapolate dalla storia della letteratura italiana”, ha spiegato. Stando a Salvi, l’elemento fondamentale della poetica proviene dai sentimenti che il poeta stesso prova per la terra natia e la sua cultura. “Nell’ambito della letteratura della Minoranza Nazionale Italiana la tradizione è sempre presente, ma questa nasce soltanto dopo la Seconda guerra mondiale. La tradizione è invece qualcosa di molto più profondo e intenso”, ha dichiarato Salvi, aggiungendo che la tradizione ha bisogno di un rigenerarsi continuo. Attraverso la lettura e lo studio, il nostro connazionale è giunto alla forma che utilizza nelle sue poesie. “Il sonetto, in quanto tale, è la forma metrica più celebre e fortunata della tradizione lirica italiana. Io mi trovo benissimo mentre lo compongo, ma bisogna saper scrivere un sonetto leggero e soave senza oberarlo dal senso di pesantezza”, ha osservato il poeta.

Leggi tutto...

DMC Firewall is developed by Dean Marshall Consultancy Ltd