News

News

29/01/2014 Mostra delle illustrazioni di Miriam Monica a Pirano

 

Giovedì sera lo spazio della Galleria Herman Pečarič di Pirano si animerà di belle illustrazioni di Miriam Monica e dei fumetti di Marco Pugliese.

Dalle ore 19 si potranno ammirare i disegni di Miriam Monica pubblicati nel libro di Mario Schiavato “Quelli della piazzetta”  ( II edizione, 2013,  Collana junior “La fionda” -  EDIT libri, Fiume).
I lavori di Marco Pugliese invece fanno parte del volume di Luca Amitrano e in Cristiano Silvi “Tutta la vita in un abbraccio”, (Tunué Prospero's Books, Milano, 2012).

La mostra è organizzata nell’ambito del programma culturale della Can di Pirano con le Gallerie costiere di Pirano.

 

Leggi tutto...

30/01/2014 Presentazione di "Un istriano a Roma" di Drago Kraljević a Parenzo

Cari amici di EDIT libri,

giovedì 30 gennaio 2014 è prevista la presentazione del libro "Un istriano a Roma" (EDIT, 2013) dell' ex ambasciatore croato in Italia Drago Kraljević. La serata avrà luogo presso la Comunità degli Italiani di Parenzo.

All'evento parteciperanno: l'Autore, Denis Visintin e Silvio Forza.

 Vi aspettiamo!

Acquista il libro: http://bit.ly/1irAhH9

27/01/2014 Concorso della Mailing List Histria

 

(da "La Voce del Popolo" del 25/01/2014)

a cura di Roberto palisca

 

Anche quest’anno, in occasione dell’anniversario di fondazione, che ricorre il 14 aprile, il Gruppo di discussione in Internet Mailing list Histria bandisce il tradizionale concorso letterario dedicato ai ragazzi delle scuole elementari italiane e ai giovani delle Comunità degli Italiani dell’Istria slovena e croata, della Dalmazia e del Montenegro. Si tratta della 12.esima edizione dell’iniziativa, che viene promossa a distanza di 14 anni dalla nascita di MLH. E quest’anno c’è una bella novità.

Leggi tutto...

Sono numerose le difficoltà del percorso di ogni volume per gli alunni della CNI

(Da “La Voce del Popolo” del 21/1/2014)

di Erika Blečić

FIUME Le scuole della Comunità nazionale italiana attendono ancor sempre con impazienza i libri di testo, ma il percorso per giungere alla pubblicazione degli stessi richiede almeno tre anni. La responsabile del settore editoriale dell’EDIT, Liliana Venucci, ci ha illustrato l’attuale situazione con i libri di testo, le difficoltà che la Casa editrice affronta per ogni singolo titolo e volume e il lungo e difficile lavoro che sta dietro a ogni testo pubblicato. “Ci aggiorniamo continuamente, arricchiamo costantemente il catalogo EDIT”, ha sottolineato Liliana Venucci, ricordando che il 15 gennaio il Catalogo del ministero della Scienza, dell’Istruzione e dello Sport è stato chiuso e in esso sono stati inseriti tutti i titoli disponibili e quelli nuovi della Casa editrice della CNI. “Fino al 31 dicembre alcuni titoli dovevano ancora essere definiti nei particolari, ovvero la Commissione linguistica doveva valutare la lingua italiana dei titoli, perché il contenuto non ha bisogno di ulteriori approvazioni, visto che il volume originale in lingua croata era già stato approvato in precedenza. Nell’ambito del processo di traduzione bisogna tener conto della completezza linguistica e del linguaggio settoriale, perché a volte un termine usato nella lingua croata non può essere tradotto alla lettera in lingua italiana, ma si deve usare il termine adottato nelle nostre scuole. A volte le Commissioni bocciano un testo proprio per l’uso di una terminologia che non corrisponde alla traduzione letterale, perciò bisogna che ci sia una collaborazione molto stretta tra chi traduce e chi controlla la parte linguistica”.

Leggi tutto...

21/01/2014 "Itinerari istriani" a Pisino - RIMANDATO

 

Per indisposizione dei partecipanti, salta la serata di presentazione del libro EDIT "Itinerari istriani" di Romano Farina che avrebbe dovuto tenersi alla Comunità degli Italiani di Pisino, mercoledì 22 gennaio. 
L'appuntamento è rimandato a data da destinarsi.

13/01/2014 Graspi/Grappoli, ultimo progetto editoriale dell'Edit

 

(da "La Voce del Popolo" del 11/01/2014)

di Patrizia Venucci Merdžo

S’intitola “Graspi/Grappoli”, il volume che raccoglie i versi della poetessa dialettale Loredana Bogliun e che va a costituire il n. 29 di “Altre lettere italiane”, collana degli autori italiani dell’Istria e del Quarnero. Il libro, ultimo progetto dell’Edit, contiene la ripubblicazione delle tre più significative raccolte di poesie in dialetto dignanese della Bogliun, “La peicia” (“La piccola”, già pubblicata da Hefti, Milano, 1996, con traduzioni in croato, ciacavo e sloveno), “Masere” (“Muri a secco”, Book/Edit/Durieux, Bologna/Fiume/Zagabria, 1993 con testo croato a fronte), e “Soun la poiana” (“Sulla poiana”, edizioni Lieto colle, Faloppio, 2000, con testo italiano a fronte).

Loredana Bogliun e il rovignese Eligio Zanini vengono considerati i due maggiori cantori in istrioto, il dialetto istroromanzo - idioma preveneto che nella sua libera elaborazione dal latino “sembra quasi riecheggiare alla lontana antichissimi linguaggi scomparsi”, così Andrea Zanzotto nella prefazione de “La peicia” – che sta emanando i suoi ultimi bagliori nella pittoresca Rovigno, Valle, Dignano, Gallesano. L’istrioto è per la Bogliun il dialetto dei padri, della ferita dell’esodo, della desolazione, dell’amore/strazio per questa Dignano antica, rurale e in sfacelo i cui riverberi impregnano il suo verseggiare (“Quando le case si sfasciano a piano a piano/ io so che piange tutta Dignano./ Oggi ne vedo solo la rovina/ so che mai tornerà quella di prima./ Un amore quando finisce lascia sempre/ questa disperazione che langue…”/).

A proposito del suo rapporto con il dignanese, Loredana Bogliun scrive al poeta Mauro Sambi, autore della prefazione del libro: “Ti dico subito che non ho acquisito pienamente l’accento dignanese. Non mi viene fuori così come lo sento, arcaico e penetrante. Non l’ho mai usato come lingua di comunicazione. L’ho interiorizzato da piccola ascoltando i miei nonni, gli anziani del paese, vivendo la mia infanzia con le atmosfere di questo dialetto. Oggi, quando mi ripenso, rivedo questa esperienza straordinaria: afferrare la fine di un’epoca, di una lingua, di una cultura, di un universo simbolico, per poi avere l’opportunità di ricrearlo e personalizzarlo”.

Leggi tutto...

DMC Firewall is developed by Dean Marshall Consultancy Ltd